Marche | Italia

Lonzino di Fico

Della lonza questa preparazione ha solo il nome.

Un tempo nelle campagne marchigiane si coltivavano fichi in gran quantità e di diverse varietà e i contadini si davano un gran da fare per conservarli.

Nasce da questa esigenza questo “salamino”, già descritto nel I sec d.C. da Columella.

Viene preparato con fichi fatti seccare al sole, e poi macinati, impastati con anice, mandorle e noci tritate

L'impasto che ne risulta viene modellato in forma cilindrica, avvolto in foglie di fico, legato con filo di lana.

Dal colore marrone dorato, compatto e solido, il lonzino di fico è ottimo tagliato a fettine non troppo sottili.

Alla vista si presenta come un impasto fine di fichi secchi macinati, con presenza di mandorle e noci.

Al naso si sente immediatamente la frutta matura con una nota avvolgente di anice.

Al palato è morbido e armonico.

Se viene servito con la sapa (mosto di uva), risalta meglio la sua dolcezza complessiva con note di caramello.

È ottimo abbinato a un formaggio non molle, di media stagionatura e a un calice di vino passito.

Il lonzino di fico, per le sue peculiarità e la sua storia è tutelato da Presidio Slow Food.

Prodotto spedito ogni Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi.
14,00 €/pz
Al momento non disponibile
Share on
Lonzino di Fico - fronte
Lonzino di Fico
La Buona Usanza
PRESIDIO SLOW FOOD
Scopri altri prodotti di Lievito Madre
Cos'è il cibo autentico?
Foodoteka
Foodoteka news
Sei interessato al cibo autentico, buono, sano e genuino?